IL BLOG DI SCHOLA MUNDI

Fattoria didattica MUNDITA - Rapporto del 10/02/2011

Progetto Fattoria didattica Mundita

Nel II Rapporto del 10 febbraio 2011 sullo stato dei lavori della seconda parte del programma, Mujogo relaziona sul completamento dei lavori, acquisto e sistemazione degli altri animali, sulle adozioni scolastiche di 30 alunne per l’a.s. 2010/2011 e sugli ulteriori interventi urgenti richiesti per i servizi igienici nella F.d. Mundita.


Comité des Agriculteurs pour le Développement Participatif


BUREAU DE COORDINATION DE MWESO

E-mail : cambwi@yahoo.fr ; mujogo@yahoo.fr

Téléphone : +243 812562880, +243 808500391, + 243 994139984, + 243 808494433

PROGRAMMA DI PARTENARIATO per la SOLIDARIETA’ tra
SCHOLA MUNDI-Roma,Italia e IST.TECH.AGRICOLO,Mweso,Rep.Dem.Congo


RAPPORTO SULLO STATO DEL PROGETTO PER LA CREAZIONE DELLA FATTORIA DIDATTICA MUNDITA
ALL’ISTITUTO TECNICO AGRICOLO DI MWESO

Mweso, 10 febbraio 2011

RAPPORTO SULL’AVVIO DELL’ATTIVITA’ NELLA FATTORIA DIDATTICA MUNDITA PRESSO L’ISTITUTO TECNICO AGRARIO DI MWESO.

I. INTRODUZIONE


E’da una settimana che, finalmente, tutti gli animali sono arrivati alla fattoria, tranne i maiali ed il toro. Per quanto riguarda i maiali abbiamo rinviato l’acquisto per riparare prima i bagni degli alunni e dei professori per evitare il rischio di propagazione della tenia. Per il toro, bisogna ancora scegliere un esemplare da riproduzione della migliore qualità.


La fattoria è stata battezzata MUNDITA . Il nome è stato creato dall’unione dei nomi dei due partner: SCHOLA MUNDI e ITA.


L’avvenimento è stato festeggiato dagli alunni dell’ITA che hanno mostrato grande soddisfazione. Hanno colto l’occasione per ringraziare il Sig. Vito Conteduca, di cui gli allievi più anziani si ricordano al momento del suo passaggio a Mweso nel 2007.


Hanno inoltre ringraziato tutti i volontari di Schola Mundi per il loro impegno e la loro generosità, così come il coordinatore esecutivo del CADEP grazie al quale si è potuto procedere con l’installazione della fattoria.


In effetti, dal momento della creazione dell’istituto negli anni ’70, è soltanto da quest’anno che la scuola potrà disporre di un parco di animali sui quali gli alunni possono fare le loro osservazioni. Il Direttore della scuola ha ringraziato personalmente il Preside del Liceo E. Montale per questo gesto, che rivaluta l’immagine della sua scuola, ed il Presidente di Schola Mundi che ha promesso di fare di tutto per far progredire la fattoria.


Abbiamo già ricevuto numerosi messaggi di ringraziamento da parte di alcuni genitori che reputano che la presenza di questi animali a scuola contribuirà a migliorare la qualità della formazione. Anche le autorità locali si sono recate presso la scuola per congratularsi con noi.

 

Ormai sono numerosi i genitori che hanno promesso di condurre i loro figli all’ITA avendo constatato che, finalmente, le condizioni d’apprendimento migliorano.

Con la presenza della fattoria didattica, la missione di rendere la scuola agricola una scuola del paese si sta poco a poco realizzando.

Certamente sono ancora molte le cose da migliorare ma i primi passi sono stati fatti.


II. PROGRAMMA DI SCOLARIZZAZIONE DELLE RAGAZZE INDIGENTI AVVIATE ALLO STUDIO DELL’AGRONOMIA.


Abbiamo accolto con molta soddisfazione l’iniziativa di sostegno per la scolarizzazione delle alunne indigenti. Per incoraggiare le ragazze a studiare l’agronomia per migliorare l’alimentazione in quanto future madri, abbiamo scelto 30 ragazze indigenti per le quali abbiamo già pagato le spese del primo semestre.

Queste ragazze sono molto contente e motivate e ringraziano i loro padrini e madrine della Schola Mundi. Abbiamo chiesto loro con molta insistenza di applicarsi senza riserve ai loro compiti scolastici poiché il principio è quello che chi fallirà sarà esclusa dalla lista. Speriamo che quelle che si distingueranno potranno persino proseguire con gli studi presso l’Istituto superiore di studi agronomici di Mweso. ( ISEA MWESO ).

Vogliamo così dimostrare che le ragazze possono diventare agronomi ed accedere agli impieghi che saranno creati nel settore agricolo.

Questo intervento contribuirà a migliorare l’immagine delle ragazze e a valorizzarle in quanto persone capaci, allo stesso modo dei ragazzi, di dedicarsi ad un indirizzo tecnico e di ottenere un impiego.


III. MODO DI UTILIZZAZIONE DEI FONDI RICEVUTI ( SECONDA TRANCHE ) PER LA COSTRUZIONE DELLA FATTORIA.

Num Voci Quantità Prezzo per unità Prezzo totale Quantità realizzata Costo per unità Costo totale  Osservazioni
1 Sacchi cemento per pavimentazione  20 25 500 30 25 750 Superamento
2 Camion benna ghiaia 1 120 120 1 120 120  
3 Camion benna sabbia 1 120 120 1 120 120  
4 Cisterna acqua per animali 1 300 300 1 300 300  
5 Materiale manutenzione     250     250  
6 Stock sementi orticole     400     400  
7 Manodopera     100 160 160 160  
8 Mucche da latte 3 500 1500 2 550 1100 Superamento
9 Pecore 5 50 250 5 250 250  
10 Maiali 5 40 200 0 0 0  
11 Conigli 10 10 100 10 10 100  
12 Cavie 10 5 50 10 5 50  
  Totale     3890     3600  


Somma disponibile in cassa: 3890$ - 3600$ = 290$


OSSERVAZIONI :


a) Nell’esecuzione del preventivo abbiamo sforato la cifra prevista su due voci:

1) Acquisto cemento:

I lavori sono costati più del previsto a causa della creazione di due rivoli di evacuazione dello scolo del letame di vacche e maiali verso un serbatoio per il recupero che sarà costruito in seguito. Invece di utilizzare 20 sacchi di cemento come previsto, ne abbiamo utilizzati 30. Lo scolo del letame e le acque di pulizia delle stalle si evacuano facilmente. L’ammontare delle spese è passato da 500$ ( preventivo) a 750$ ( consuntivo ).

2) Acquisto mucche:

Abbiamo superato di 100$ il budget previsto per le due mucche comprate in quanto una delle due era già incinta di 5 mesi.

Acquisto posticipato del toro:

Non abbiamo comprato immediatamente il toro in quanto dobbiamo scegliere un esemplare migliore che possa prestare molte performance e dobbiamo anche lasciare il tempo di crescere alla giovane mucca per non sottoporla ad una riproduzione precoce, cosa sconsigliata nell’allevamento.

Acquisto posticipato dei maiali :

Non abbiamo comprato subito i maiali poiché si pone un problema di ordine sanitario e ambientale.

In effetti nella pratica dell’allevamento tradizionale il maiale è l’animale portatore di tenia, che può trasmettere all’uomo tramite il consumo di carne non cotta correttamente. Il maiale contrae la tenia attraverso il consumo di cibo, soprattutto erba fresca, contaminata dalle materie fecali dell’uomo infettato dalla tenia stessa. Poiché la scuola rappresenta il crocevia di numerose persone che provengono da vari luoghi di cui non possiamo verificare il livello sanitario, preferiamo, per precauzione, ripristinare prima i servizi igienici degli insegnanti e degli alunni e sensibilizzare tutti sull’uso obbligatorio di tali servizi per evitare ogni contaminazione degli animali.

La costruzione delle toilette resta quindi una priorità urgente. I lavori sarebbero:

I. Acqua potabile per gli animali della fattoria: L’acqua potabile è indispensabile alla fattoria. La tubazione che alimenta il centro della città di Mweso passa nella concessione dell’Istituto agricolo a 150 m dalla fattoria. Ci auguriamo di riuscire a creare un raccordo tra quest’acqua e la fattoria.

II. Separazione tra spazio per l’allevamento e spazio agricolo: per evitare alla mucche e alle pecore di brucare sulle colture degli alunni (giardini scolastici) abbiamo bisogno di un recinto di filo spinato; ciò evita agli animali il rischio di farsi investire dai veicoli e dalle moto per andare a brucare sull’altro lato della strada.

IV. UTILIZZAZIONE DEI FONDI RICEVUTI PER LA SCOLARIZZAZIONE DELLE ALUNNE INDIGENTI.

Definizione Beneficiari previsti Somma prevista Beneficiari effettivi Costo per beneficiario Costo totale Cifra versata Soldi in Cassa
Ragazze indigenti 30 2000$ 30 67$ 2010$ 810$ 1190$

N. B: Abbiamo prescelto le ragazze per motivarle allo studio e farle sfuggire alla prostituzione femminile ed ai matrimoni precoci.


V. PIANO STRATEGICO DI SVILUPPO DELLA FATTORIA.


Sulla base delle direttive del capo d’istituto, gli insegnanti mobiliteranno alunni ed operai per:

1) Piantare da qui all’anno prossimo due ettari di pascolo supplementare per nutrire pecore e mucche.

2) Gli alunni pianteranno giunchi e canna da zucchero per nutrire le cavie. Pianteranno inoltre patate dolci e cavolfiori per i conigli ed i maiali.

3) Il letame prodotto alla fattoria contribuirà a fertilizzare i campi in previsione di aumentare la produzione agricola.


VI. CONCLUSIONE.


Eccoci qui a scrivere una piccola storia della gioventù. Una storia della solidarietà tra i giovani di Schola Mundi e quelli dell’ITA Mweso. Questo progetto mette in comunicazione due mondi di giovani per crearne uno solo. Il successo di questo progetto sarà motivo di orgoglio per i ragazzi di Schola Mundi che si sono prodigati per mettere insieme gli investimenti necessari all’avvio del progetto stesso. La riuscita determinerà anche la capacità dei beneficiari a cogliere le opportunità offerte loro dai giovani di Schola Mundi.

Ci impegniamo ad assicurare un’efficace organizzazione affinché la gestione di questa fattoria possa produrre i migliori risultati e contribuire al miglioramento delle condizioni dell’apprendimento dei nostri allievi.


Mweso, 10 febbraio 2011


Mujogo Kanuamuhanda Viateur


Coordinatore esecutivo del CADEP

 

Autore: Vito Conteduca - 10/2/2011



L'educazione è un diritto fondamentale, così come il diritto a nutrirsi.

Sostienici: Schola Mundi Onlus - IBAN: IT83 R083 2703 2050 0000 0019 636

Copyright © 2017 Schola Mundi Onlus. All rights reserved.

Tutte le foto del sito sono originali e scattate dai nostri ragazzi o dai nostri amici.

scholamundi@gmail.com

Seguici anche su:

Area riservata: Accedi