IL BLOG DI SCHOLA MUNDI

Solidarietà P2P – da studente a studente 2015: Relazione di fine anno scolastico 2015/16

Progetto Solidarietà P2P - da studente a studente

 

Comité des Agriculteurs pour le  Développement  Participatif

BUREAU DE COORDINATION DE MWESO

          E-mail   mujogo@yahoo.fr

Téléphone : +243 994310696; +243  813815962; +243 853612439, +243 994122999

 

RELAZIONE DI FINE ANNO SCOLASTICO 2015-2016

PROGETTO 'P2P 2015' PER IL SOSTEGNO SCOLASTICO DI SCHOLA MUNDI

DEL LICEO E. MONTALE DI ROMA

Agosto 2016

1. INTRODUZIONE

La solidarietà tra i giovani nel mondo è di per sé un gesto di generosità e una garanzia per le generazioni future. Noi tutti condividiamo il piccolo pianeta della terra e dobbiamo essere solidali per proteggerla e al bisogno sostenerci l’un l’altro in modo che nessuno sia escluso dall’accesso ai bisogni sociali di base come l’istruzione e la nutrizione. Gli alunni del Liceo Montale mettono in pratica questo nobile pensiero impegnandosi a sostenere 31alunni vulnerabili della scuola primaria di Bushanga di Mweso. Qui a Mweso, l’associazione CADEP ong si prende cura del monitoraggio degli studenti sostenuti dal programma.

2. Risultati di fine anno scolastico 2015-2016

Ecco la lista dei bambini vulnerabili sostenuti dal progetto ‘P2P – da studente a studente’ di Schola Mundi onlus – Montale con l’Africa.

Commento

Nell’insieme, i risultati dell’anno sono molto buoni per tutte le bambine e i bambini beneficiari del progetto P2P da studente a studente 2015 di Schola Mundi. Su 31 studenti, di tutti i livelli, solo 2 studenti, ossia il 6,5% non ha raggiunto la sufficienza. Constatiamo con grande soddisfazione che 8 su 31, ovvero il 26% del totale degli studenti sostenuti ha ottenuto una menzione di distinzione, a dimostrazione di come questi giovanissimi sono determinati a vincere la sfida dell’educazione scolastica.

Alcuni genitori si sono presentati al nostro ufficio di coordinamento per ringraziare gli operatori della CADEP per il sostegno che hanno ricevuto in favore dei loro bambini. Alcuni di loro ci hanno anche portato in regalo gallette di manioca, fagioli e birra locale. E’ segno di grande fiducia e della efficacia del modello di partenariato nel settore educativo nelle zone post conflitto armato.

E’ importante sottolineare prima di concludere questa relazione che durante questi ultimi mesi, la ripresa dei combattimenti tra le coalizioni delle milizie nande e nyanga  contro le FDLR (NdR: Forze Democratiche per la Liberazione del Rwanda braccio armato degli Hutu ruandesi che lottano contro il governo del Rwanda e per la liberazione del Nord Kivu -territorio orientale della Rep. Dem. Del Congo – dalla sua influenza) nei territoti del Miriki a Sud di Lubero, a Ikobo e più recentemente a Kikuku e Nyanzale, territorio dei Bwito nell’area di Rutshuru, ha provocato  spostamenti di masse di popolazione evidenti nelle immagini allegate alla presente relazione. Il centro Mama Adriana di CADEP, le scuole, le chiese, e le famiglie sono sovraffollati per il numero eccessivo di rifugiati scappati a causa dei recenti scontri armati. Mentre scriviamo questa relazione, non si è ancora trovata alcuna soluzione per ricollocare questi profughi e siamo a qualche settimana dall’inizio dell’anno scolastico. Questa crisi umanitaria diventa più grave, evidentemente, per i bisogni ulteriori di tutti questi bambini che sono stati costretti ad abbandonare i loro villaggi e che non possono nemmeno sperare di ritornarci presto.

3. Conclusione

Non c’è generosità più grande al mondo che offrire ai bambini svantaggiati la possibilità di istruirsi. A maggior ragione, quando la generosità è manifestata da un giovane, in questo mondo, la generosità non può essere più incoraggiante. La solidarietà costituisce un modello di società unica nel suo genere, una società basata su valori condivisi dai cittadini di tutto il mondo.

Ringraziamo gli alunni del Liceo Montale e i loro insegnanti per la generosità manifestata con questo progetto di adozioni scolastiche.

Mweso 6 agosto 2016

Mujogo KanyamuhandaViateur

Coordinatore esecutivo di CADEP

 

Allegati :

Allegato 1 : le Foto

                 

Foto 1: Piccoli studenti adottati nell'anno 2015-16           Foto 2: La famiglia di Bertin Sondiho beneficiaria del proigetto nell’incontro durante le vacanze    

Allegato 2 : Registrazione dei risultati scolastici

 

Allegato 3: Lettere da Mweso

 

Kanyangahe 9/7/2016

Cari amici del paese di Roma, in Europa

Buongiorno

Come va?

Io sto bene. Sono contenta di dirvi che ho concluso l’anno scolastico con la votazione di 64%.

Grazie per il vostro aiuto in denaro, perché la mia famiglia è molto povera.

In questi giorni accogliamo molti rifugiati che vengono da Kikuku, Nyanzale e Miriki.

Grazie e che Dio vi benedica

Bora Sebahutu

Mweso 7/7/2016

Cari amici di Roma

Io sono Bwanakweli alunna della 5^ nella scuola primaria di Bushanga qui a Mweso. Sono sola con mia madre  e i miei fratelli e sorelle perché mio padre è stato ucciso nel 2007 in combattimento.

Vi comunico che sono stata promossa con 59,4% e vi ringrazio per il vostro aiuto con Cadep.

Vi saluto in nome di Gesù, Bwanakweli

Mweso 12/7/2016

Io sono Kamugisha, il padre di Chance, ringrazio i benefattori di Cadep, la nostra organizzazione che è aiutata a scolarizzare i nostri bambini. Il nostro coordinatore ci ha detto che ci sono dei ragazzi della scuola Montale a Roma, in Italia, dove c’è il Papa.

Ragazzi che pensano ai nostri bambini, mi congratulo con loro perché il nostro governo è incapace di farlo. Che Dio li benedica e che siano sempre generosi e intelligenti

Kamugisha Sebisyrde, papà di Chance

 

 

Autore: Vito Conteduca - 6/8/2016



L'educazione è un diritto fondamentale, così come il diritto a nutrirsi.

Sostienici: Schola Mundi Onlus - IBAN: IT83 R083 2703 2050 0000 0019 636

Copyright © 2017 Schola Mundi Onlus. All rights reserved.

Tutte le foto del sito sono originali e scattate dai nostri ragazzi o dai nostri amici.

scholamundi@gmail.com

Seguici anche su:

Area riservata: Accedi