IL BLOG DI SCHOLA MUNDI

Gli Orti di Mweso: Non solo gli Orti

Progetto Gli Orti di Mweso

 Siamo nella provincia del Nord Kivu che confina con il Rwanda e l’Uganda. Giorno per giorno viviamo situazioni a volte bene, ma spesso male. In questo periodo la riapertura delle scuole e la ripartenza della stagione agricola sono gli eventi che sembrano dominare le conversazioni degli abitanti di Mweso.

Ma, qui da noi, ci sono anche due avvenimenti molto importanti che riguardano gli uomini e le donne nella ricerca della pace congolese. Al primo posto ci sono le prossime consultazioni nazionali a Kinshasa, non meno importanti della seconda questione, quella dei colloqui di Kampala tra il governo congolese e i ribelli dell’M23.

Nell’attesa che questi avvenimenti altamente politici e politicizzati producano i loro effetti, noi, nella nostra regione, ci organizziamo a gestire, come al solito la nostra vita, con calma,  giorno per giorno.

Comincerei con la descrizione della riapertura delle scuole nel territorio di Mweso dove sono concentrate le nostre attività di supporto alle popolazioni vulnerabili. Le scuole si sono riaperte il 9 settembre 2013 con una certa calma dato che la situazione della sicurezza è stata relativamente tranquilla.

In ciascuna delle scuole di Mweso si sono tenuti le riunioni dei comitati dei genitori per preparare la ripresa dello anno scolastico. La programmazione del rientro  consiste soprattutto nella preparazione del budget e la determinazione della retta scolastica per lo anno che comincia, tenendo presente le richieste degli insegnanti e i programmi scolastici proposti. Questo compito non è facile perché oltre alle richieste degli insegnanti ci sono anche le lamentele dei genitori poveri il cui reddito non basta a mandare a scuola neanche uno solo dei loro figli. E’ il caso dei genitori che vivono nel campo profughi di Mweso sulla collina Bushanga. In sostanza : nelle riunioni dei comitati, i genitori dovrebbero raggiungere un compromesso tra le loro esigenze e quelle degli insegnanti. In fine, in ciascuna delle scuole il compromesso è stato raggiunto e così lo anno scolastico è potuto iniziare.  Soltanto in due scuole, secondo le richieste degli insegnanti, le rette scolastiche sono aumentate. E’ il caso, dell’Istituto Pedagogico Kizito e dello Istituto Tecnico Agricolo di Mweso dove la rata mensile è passata da 5 a 6 USD.

Lo anno scolastico è anche iniziato con alcune novità .  Lo Istituto Pedagogico Kizito ha aperto le nuove sezioni dell’educazione alimentare e della dietetica, mentre nel villaggio di Muhongozi a 5 Km da Mweso sulla strada Goma - Mweso, è sorta  una nuova scuola. Lo istituto STEFANO LATINI ( ISL) dal nome di un giovane volontario italiano che ha svolto il servizio civile nel villaggio, nella regione di Goma, prima di morire  giovanissimo a seguito di un tumore. La scuola ha aperto una sezione di tecnica sociale. La costruzione della scuola è stata realizzata con il sostegno economico della famiglia di Stefano e dei suoi amici. Due classi, appena completate, sono state consegnate.

Per quanto riguarda l’avvio della stagione agricola, bisogna dire che agli inizi di settembre la regione di Mweso è stata colpita da forti piogge. Ma questo non ha impedito agli agricoltori, uomini e donne, di mettersi al lavoro. Così è stato, in particolare, per le donne vulnerabili di Mweso che partecipano al progetto per lo sviluppo dell’orticultura “gli orti di Mweso”, con il sostegno dell’associazione Schola Mundi.

Queste donne hanno già iniziato la stagione con la preparazione del terreno : hanno dissodato, spianato e arato i loro rispettivi appezzamenti.

In questo momento, siamo in attesa dei fondi per l’acquisto delle semenze per iniziare la semina.

                     

Dott.ssa Clémentine NCHUTI                                                  Visita guidata  degli orti

rappresentante di Schola Mundi                                             per la stima dei bisogni di semenze

davanti al cartello del nostro progetto                                   per la nuova stagione

 

Inoltre, la regione di Mweso sta vivendo con frenesia la realizzazione del progetto di elettrificazione che l’associazione CADEP ha promosso e sta realizzando. Gli studi tecnici sono terminati, i lavori preliminari sono completati, e per l’istallazione non resta che aspettare che le macchine arrivino.

                                   

Canale per la conduzione della corrente      Produzione dei pali per la conduzione della corrente

Il progetto è molto atteso e noi facciamo del nostro meglio per realizzarlo.

Non possiamo chiudere questa “Non solo gli Orti” senza parlare di un progetto di comunicazione culturale che entusiasma tutta Mweso e molta parte del suo territorio. La nascita di Radio Mwangaza FM, una iniziativa della associazione CADEP. La radio, installata da giovani tecnici locali, ha i seguenti obiettivi :

  • sensibilizzare la popolazione di Mweso su diverse questioni socio sanitarie : Hiv, Aids , malaria, prostituzione, ubriachezza pubblica, matrimoni precoci, violenze sessuali, alcolismo, droga, delinquenza.
  • Informare gli ascoltatori circa l’evoluzione dei diversi progetti che la CADEP e i suoi partner stanno realizzando nella ragione di Mweso : il progetto con le donne vulnerabili di Mweso, il progetto per l’elettrificazione dell’agglomerato di Mweso, il progetto per la scolarizzazione degli studenti bisognosi.
  • Intrattenere la popolazione con musiche tradizionali, trasmissioni riflessive e ricreative e di teatro radiofonico.
  • Diffondere diversi comunicati che interessano la popolazione, come quelli riguardo le scuole, la sanità,  la perdita e il ritrovamento di oggetti e tante altre comunicazioni utili alla comunità di Mweso.
  • Partecipare alla divulgazione delle conoscenze e della tecnica agricola nella regione di Mweso (lezioni di tecniche di produzione agricole in lingua locale, di educazione alimentare, di buon governo delle risorse familiari e di tanto altro.

La nostra radio ha già registrato un notevole successo tra gli ascoltatori che l’apprezzano moltissimo. Tuttavia, in questa fase sperimentale stiamo cercando di migliorarne le prestazioni.  Ci servirebbe un kit di pannelli solari per alimentare meglio le nostre batterie, un mixer e  un trasmettitore di più grande potenza. Radio Mwangaza FM attualmente sta funzionando con le attrezzature della CADEP.

Per diventare attori del cambiamento, qui da noi, vuol dire anche progettare la possibilità di comunicare con la massa della popolazione,  dare la parola a ciascun cittadino perché possa dire quello che pensa del suo futuro, del futuro della sua famiglia e quello del suo paese. Radio Mwangaza FM ci accompagna nella realizzazione di questa nostra missione. Siamo però, necessariamente, alla ricerca di partner per sviluppare questo progetto culturale.

Ringraziamo tutti quelli che continuano ad aiutarci nello accompagnare i nostri compatrioti congolesi del Nord Kivu nelle loro attività di autoproduzione.

 

                                      Mweso 07 settembre 2013

                                      Mujogo Kanyamuhanda Viateur

                                     Coordinatore esecutivo della associazione CADEP

 

 

 

 

 

 

Autore: Vito Conteduca - 7/9/2013



L'educazione è un diritto fondamentale, così come il diritto a nutrirsi.

Sostienici: Schola Mundi Onlus - IBAN: IT83 R083 2703 2050 0000 0019 636

Copyright © 2017 Schola Mundi Onlus. All rights reserved.

Tutte le foto del sito sono originali e scattate dai nostri ragazzi o dai nostri amici.

scholamundi@gmail.com

Seguici anche su:

Area riservata: Accedi