IL BLOG DI SCHOLA MUNDI

Gli Orti di Mweso: Relazione finale I^ stagione Fase I sperimentale + Progetto Fase II – II^ stagione 2013

Progetto Gli Orti di Mweso

 

 Comité des Agriculteurs pour le  Développement  Participatif

BUREAU DE COORDINATION DE MWESO

          E-mail   mujogo@yahoo.fr

Téléphone : +243 994310696; +243  813815962; +243 853612439, +243 994122999 .

  1. 1.     INTRODUZIONE

Le donne vulnerabili di Mweso hanno preso coscienza delle loro  sofferenze grazie alle azioni di sensibilizzazione e di consapevolezza svolte congiuntamente dall’associazione congolese CADEP e l’associazione italiana Schola Mundi onlus.

Questa presa di coscienza si è verificata con l’attività sperimentale appena conclusa nella stagione agricola da poco trascorsa. Infatti, da gennaio 2013, le donne vulnerabili di Mweso si sono mobilitate con un progetto di lotta contro l’insufficienza alimentare nelle famiglie povere. Il progetto consisteva nello sviluppo dell’orticultura per la produzione di legumi a livello locale. I risultati di questa azione sperimentale sono più che soddisfacenti. Le donne vulnerabili hanno avuto spesso l’occasione di riunirsi e discutere dei loro problemi quotidiani, hanno beneficiato della formazione di rinforzo delle capacità di organizzarsi e delle tecniche agricole ed hanno realizzato delle produzioni di ortaggi per nutrire i membri delle loro famiglie.

Questo percorso, come le donne continuano ad affermare, è motivo di grande orgoglio per loro, aspetto che conviene valorizzare. Riconoscere nel territorio di Mweso che una persona, dipendente sul piano alimentare e finanziario, ha preso una ferma risoluzione di diventare indipendente, senza essere costretta, è un’iniziativa che merita incoraggiamento. Anche se gli ostacoli sul percorso erano molti, come l’innovazione, l’apprendimento è stato positivo. La partecipazione di tutte le donne alle attività comuni ha permesso la riconciliazione dei membri di comunità differenti come gli hutu, i nyanga, gli hunde e i nande, e ha contribuito al consolidamento della coesione sociale.

Con stupore abbiamo constatato che questa attività costituisce il mezzo di gran lunga più efficace per la pacificazione delle comunità locali e uno spazio indispensabile per la nascita di idee innovative per la pace e la sicurezza nel territorio di Mweso.

Nel presente rapporto, presentiamo i risultati di questa fase sperimentale del nostro progetto e le difficoltà incontrate durante il suo svolgimento.     

  1. 2.     RISULTATI DELLA FASE SPERIMENTALE DEL PROGETTO PER LO SVILUPPO DELL’ORTICULTURA IN FAVORE DELLE DONNE VULNERABILI DI MWESO

Innanzitutto vogliamo esprimere la nostra gratitudine ai membri e ai volontari dell’associazione Schola Mundi onlus di Roma, e più particolarmente al suo Presidente, che hanno accettato di sostenere finanziariamente questa attività.

Vogliamo precisare che alcuni partecipanti presenti all’inizio del progetto hanno abbandonato per diversi motivi, innanzitutto a causa di malattie croniche e poi per il ritorno di alcune famiglie ai loro villaggi di origine.

Alcune altre donne non hanno ottenuto risultati interessanti a causa dell’inondazione che ha colpito i terreni degli orti.

 

Ecco la presentazione sintetica dei risultati della nostra attività.

Di 83 donne che hanno iniziato, 73 hanno portato a termine il progetto. 10 di loro si sono ritirate per malattia e/o per trasferimento.

Residenza delle donne vulnerabili nel territorio di Mweso:

27 del Campo Profughi vicino Mweso; 9 di Mweso; 35 di Bukama; 1 di Matanda e 1 di Mbuhi.

La produzione è stata la seguente:

2594  Cavoli; 336 Kg di Porri; 435 Kg di Amarantes; 375 Kg di fagioli; 230 Kg di soya.

 

Commenti:

Nell’insieme i risultati di questa fase sperimentale sono stati soddisfacenti. Soltanto  alcuni orti sono stati sommersi dall’inondazione provocata dalle forti piogge del mese di aprile. Per contrastare l’inondazione, abbiamo deciso di lavorare sul canale di scolo che è stato parzialmente realizzato. Per questo motivo abbiamo bisogno di qualche strumento per scavare e rompere le pietre come spaccapietre, martelli e picconi.

Per il nuovo progetto, le donne vulnerabili hanno voluto aggiungere la coltivazione delle carote. Per non essere in ritardo, le donne vulnerabili che partecipano a questa nuova stagione del progetto hanno già  cominciato la preparazione degli orti a loro assegnati per la nuova semina.

 

  1. 3.     ELENCO DELLE NECESSITÀ PER L’AVVIO DELLA NUOVA STAGIONE.

 

SEMENZE

UNITA’ QUANTITA’ PREZZO ($) UNITARIO PREZZO ($) TOTALE
Semenze di cavolo Kg

4

150

600

Semenze di melanzane Kg

4

150

600

Semenze di carote Kg

2

150

300

Semenze di soya Sacchi

5

80

400

Semenze di mais Sacchi

5

60

300

Semenze di fagioli nani Sacchi

10

50

500

Sub totale

     

2.700

ATTREZZI

       
Spaccapietre Pezzi

4

25

100

Picconi Pezzi

10

6

60

Martelli Pezzi

5

10

50

Vanghe Pezzi

10

5

50

Scalpelli Pezzi

10

3

30

Sub totale

     

290

EQUIPE DI SUPERVISIONE

       
Direttore del progetto Mois

4

250

1.000

Agronomo del progetto Mois

4

150

600

Sub totale

     

1.600

Formazione: tecniche di produzione Forfait    

300

Relazione del progetto e foto Pezzo

1

350

350

Sub totale

     

650

TOTALE

     

5.240

 

  1. 4.     CONCLUSIONI

Le donne vulnerabili di Mweso sono state molto felici di realizzare questo lavoro nella comunità di apprendimento. Esse mostrano la loro soddisfazione malgrado le inondazioni cha hanno portato via parte della produzione.

Esse sollecitano una volta la generosità dei membri e volontari di Schola Mundi onlus per sostenere questa nuova stagione agricola.

Esse sperano di produrre ulteriormente e continuare a sostenere i bisogni alimentari delle loro famiglie.

Quanto all’équipe di supervisione, esso esprime piena soddisfazione perché ha guidato non solo le donne vulnerabili , ma anche 6 studenti stagisti dell’Istituto Superiore di Agronomia. Questi studenti hanno avuto a turno l’occasione di affiancare diverse donne nelle loro attività agricole. Questa è stata quindi l’occasione migliore per condividere l’esperienza e divulgare le conoscenze agronomiche nel territorio di Mweso.

 

Mweso, 25 Agosto 2013

 

Mujogo Kanyamuhanda Viateur

Coordinatore esecutivo dell’associazione CADEP MWESO

Autore: Vito Conteduca - 25/8/2013



L'educazione è un diritto fondamentale, così come il diritto a nutrirsi.

Sostienici: Schola Mundi Onlus - IBAN: IT83 R083 2703 2050 0000 0019 636

Copyright © 2017 Schola Mundi Onlus. All rights reserved.

Tutte le foto del sito sono originali e scattate dai nostri ragazzi o dai nostri amici.

scholamundi@gmail.com

Seguici anche su:

Area riservata: Accedi