IL BLOG DI SCHOLA MUNDI

Amici di Mweso e Video:Viaggio a Mweso

Progetto Amici di Mweso

Canale Youtube Schola Mundi Onlus:

VIAGGIO A MWESO

https://www.youtube.com/channel/UCw96J6v_Mcsg5-UG4HgLBVA

 

AMICI DI MWESO

Foglio di informazione

sulle iniziative di solidarietà con la popolazione di Mweso,

nel Nord Kivu, Repubblica Democratica del Congo,

a cura del gruppo “Amici di Mweso”

 1 – giugno 2008

  

Le iniziative di solidarietà con Mweso

sono realizzate in collaborazione

con un’organizzazione non governativa

che ha sede a Mweso

e nella vicina città di Goma:

CADEP, che vuol dire “Comitato di agricoltori

per lo sviluppo partecipativo”. CADEP è stato fondato nel 1992

 da Mujogo Viateur Kanyamuhanda,

un giovane

venuto poi a studiare scienze agrarie in Italia e in Belgio.

Dal 2006 Mujogo è rientrato nel suo paese

ed è impegnato insieme ai contadini e agli studenti di CADEP

per far uscire dalla povertà e dalla insicurezza

la popolazione di Mweso.

 

Amici di Mweso nasce da un gruppo di persone che nel maggio 2007 hanno compiuto un viaggio di otto giorni nella città di Goma, capoluogo del Nord Kivu, nella Repubblica Democratica del Congo, e a Mweso, un grosso villaggio rurale a 100 km a nord di Goma.

Il viaggio concludeva un progetto presentato al ministero degli esteri da una ong italiana che si occupava di giovani dei paesi poveri venuti a studiare in università italiane. Uno di questi giovani era Mujogo, animatore dei contadini di Mweso. Il progetto prevedeva la sensibilizzazione di alcune scuole romane ai problemi della povertà nelle zone rurali dell’Africa subsahariana e il sostegno per un anno a un corso di formazione per un centinaio di contadini di Mweso. Alla fine del corso, che ha coinvolto numerosi studenti italiani e stranieri e alcuni insegnanti, c’è stato il viaggio, al quale hanno partecipato 10 persone. Sei studenti: due italiani, Andrea Negri e Alba Aliko, dell’Istituto Tecnico Galileo Ferraris, e quattro stranieri, tutti universitari, Leonie del Rwanda, Ina dell’Albania, Antoine del Burundi e Serafino della Repubblica Democratica del Congo. E poi quattro adulti: Giancarlo Gamba, insegnante di religione al Galileo Ferraris, Vito Conteduca, vicepreside al liceo classico Montale, Rosetta Pellegrini e Giampiero Forcesi, animatori culturali.

Durante il soggiorno nel villaggio i dieci partecipanti al viaggio hanno stretto un legame di amicizia con la popolazione locale, con Mujogo, lo studente rientrato, e con i giovani contadini di CADEP, l’associazione fondata da Mujogo per promuovere lo sviluppo di Mweso. Hanno capito che quell’incontro, quella presenza lì, seppure così breve, doveva diventare l’inizio di un nuovo impegno di solidarietà. Ma il progetto finanziato dal ministero era finito e non c’erano più risorse economiche per aiutare la popolazione di Mweso.

Ecco allora che nasce il gruppo “Amici di Mweso”.

Giancarlo ne parla alla gente del suo quartiere, la Magliana. Riunisce un po’ di persone nella parrocchia di San Gregorio Magno. Avvia una raccolta di fondi per permettere a tanti ragazzi di Mweso di andare a scuola.

Vito anima un gruppo di studenti e genitori del liceo classico Montale di cui è vicepreside, crea l’associazione “Schola Mundi” (con cui sostenere iniziative in vari paesi del Terzo Mondo) e convince il suo liceo a intraprendere una specie di adozione dell’Istituto pedagogico Kizito di Mweso.

Andrea, con l’aiuto di Sabina Pistone, insegnante di inglese, racconta la sua esperienza nella classi dell’Istituto Tecnico Galileo Ferraris e raccoglie fondi. Poi ne parla con la sua parrocchia, quella di San Giulio, a Monteverde; e la comunità parrocchiale decide di destinare a Mweso la raccolta di carità durante la quaresima.

E anche tutti gli altri si danno da fare, come possono, trovando nuovi amici.

A distanza di un anno da quel viaggio, siamo felici di aver mantenuto, almeno un po’, la promessa fatta alla gente di Mweso: continuare l’amicizia, sentirci impegnati a rendere meno grandi e insopportabili le differenze tra la nostra vita qui, più o meno benestante, e la vita lì, dove si campa con meno di un euro al giorno.

 

DENARO RACCOLTO PER MWESO

(al 20 giugno 2008)

 

 

FONTE

SOMMA

RACCOLTA

(IN EURO)

PROGETTI

SOSTENUTI

GRUPPO

DELLA MAGLIANA

 

 

 

10.477

Adozioni scolastiche di 383 ragazzi di famiglie indigenti

 

COMUNITA’ PARROCCHIALE

DI

SAN GIULIO

 

 

 

 

5.240

Consolidamento di 5 ponti pedonali sul fiume Mweso

CREMONA:

SEMINARIO VESCOVILE

E LICEO VIDA

 

 

 

 

8.100

Costruzione di un’aula della scuola primaria di Mushebere e di due fontane (per la scuola di Mushebere e per l’Istituto Kizito)

LICEO CLASSICO MONTALE:

LA SCUOLA

E L’ASSOCIAZIONE

SCHOLA MUNDI

 

 

1.000

 

 

2.500

Riabilitazione dell’Istituto pedagogico Kizito

(bagni, materiale didattico, e sostegno agli studenti

più meritevoli)

 

ISTITUTO

TECNICO

GALILEO FERRARIS

 

 

  

 

650

Materiale didattico e sostegno agli studenti più indigenti dell’Istituto Tecnico Agrario

 

MERCATINO

A SAN GIULIO

 

 

300

Spese di gestione di CADEP, il nostro partner locale

 

TOTALE

 

28.267

 

 

Autore: Vito Conteduca - 5/5/2007



L'educazione è un diritto fondamentale, così come il diritto a nutrirsi.

Sostienici: Schola Mundi Onlus - IBAN: IT83 R083 2703 2050 0000 0019 636

Copyright © 2017 Schola Mundi Onlus. All rights reserved.

Tutte le foto del sito sono originali e scattate dai nostri ragazzi o dai nostri amici.

scholamundi@gmail.com

Seguici anche su:

Area riservata: Accedi