IL BLOG DI SCHOLA MUNDI

Campagna di Sensibilizzazione all'Igiene e alla Salute: Luglio Agosto e Settembre 2018

Progetto Educazione all'Igiene e alla Salute

Comité des Agriculteurs pour le  Développement  Participatif

BUREAU DE COORDINATION DE MWESO

E-mail : cadepmweso@yahoo.fr ;   vikanyamu@gmail.com

Téléphone : +243 994310696 +243 995427138

 

RELAZIONE SULLE ATTIVITA’ DI SENSIBILIZZAZIONE

ALL’IGIENE E ALLA SALUTE DELLA COMUNITA’ DI MWESO:

Luglio Agosto e Settembre  2018

Dimostazione di buone pratiche ogieniche con lìuso dei saponi

 

Mweso, 5 Ottobre 2018

Relazione delle attività nei mesi di Luglio Agosto e Settembre 2018

  1. Introduzione

Ancora una volta la Repubblica Democratica del Congo è colpita dalla malattia da virus EBOLA. Questo è un duro colpo per il popolo congolese perché questa malattia si sta diffondendo rapidamente alla vigilia delle elezioni.

Come tutti sappiamo, il periodo elettorale è un momento di molte riunioni di elettori con i candidati deputati e presidenti. Ciò significa che in tutto il paese ci saranno movimenti della popolazione molto più partecipate. Ciò significa che esiste il rischio di diffondere questa malattia attraverso le persone in missione elettorale. Potrebbero i servizi sanitari del Ministero della sanità pubblica essere in grado di monitorare il flusso dei viaggiatori e contenere casi sospetti? È difficile dirlo quando conosciamo i mezzi con cui operano i servizi statali. Ad oggi, pochissime persone si interrogano su questo legame tra la diffusione dell'Ebola e le elezioni. Eppure il rischio che i tempi delle elezioni siano più favorevoli alla diffusione di Ebola è plausibile.

Prendi il caso della provincia del Nord Kivu. Oggi, i territori di Beni e Lubero sono stati dichiarati come focolai attuali di EBOLA. Ma presto, e questo è già iniziato, i deputati provinciali e nazionali e i loro colleghi stanno circolando per conquistare gli elettori attraverso altri territori come Rutshuru, Goma, Masisi e Walikale. In alcuni posti, come in aeroporto, possiamo vedere che ci sono già servizi di controllo e prevenzione. Questo non è il caso sulle stazioni di ingresso su strada. Inoltre, i nostri territori sono molto più collegati da sentieri spesso tracciati nella foresta da cacciatori e scavatori di minerali. È indubbio che, ad oggi, qualsiasi sistema per il controllo e la prevenzione della malattia da virus Ebola sarà posto in questi luoghi difficili persino da individuare.

Inoltre, la cosa più preoccupante è che i centri e i seggi elettorali sono nelle scuole. Gli studenti e gli insegnanti non potrebbero essere le vittime predestinate se ci dovessero essere casi di EBOLA?

Questa preoccupazione è parte del lavoro di prevenzione che abbiamo fatto con il nostro progetto di educazione alla salute e all'igiene della comunità nelle scuole, nei quartieri e nei villaggi di Mweso.

Infatti, tutte le malattie contagiose per semplice contatto con persone o vettori vengono combattute con misure preventive.

Per prima cosa si deve sapere qual è la vera fonte della malattia. In secondo luogo, dobbiamo sapere chi sono i vettori di questa malattia. E in terzo luogo, in che modo questa malattia si infetta e si manifesta. E alla fine come prevenirlo e curarlo.

È la perfetta padronanza di questo pacchetto di conoscenze e precauzioni che può salvarci dal rischio di essere decimati da una malattia pericolosa e mortale come l'EBOLA.

Ma se oggi migliaia di persone sanno prevenire malattie come la malaria dormendo nelle zanzariere protettive, questo non è il caso dell'ebola perché la sua apparizione è recente. Ecco perché è importante sensibilizzare le persone sui rischi di questa malattia nelle nostre comunità. E questo deve essere fatto prima delle elezioni.

Durante le nostre sessioni di sensibilizzazione, nell'ambito delle nostre attività di educazione all'igiene e alla salute della comunità, c’è il nostro impegno ad affrontare la malattia da virus EBOLA. I nostri Educatori della salute della comunità e i capi dei Gruppi locali devono innanzitutto essere formati per affrontare i problemi di questa malattia visto che la nostra provincia è ora dichiarata un focolaio di diffusione.

Vogliamo anche proteggere gli studenti acquisendo molti kit di ‘lava mani’, di disinfettanti e spray.

  1. Sintesi delle attività realizzate dal mese di luglio al mese di settembre 2018

Durante questo periodo di reportage, abbiamo condotto attività solo all'interno delle comunità in quanto gli studenti erano in vacanza.

    2.1. Attività realizzate nelle comunità

Ogni Educatore ha svolto attività di sensibilizzazione con Gruppi di Solidarietà della Salute nella comunità sanitaria di cui è responsabile. Nella tabella seguente, presentiamo i Gruppi che hanno beneficiato delle attività di sensibilizzazione durante il periodo coperto da questo rapporto, vale a dire i mesi di luglio, agosto e settembre 2018.

Nome  de l’Educatore

Nomi dei Gruppi di Solidarietà della Salute

Numeri delle personne partecipanti

Juillet 

Août 

Septembre 

Total

01

HABINEZA Roger

Afiakwawote/Muhongozi

25

20

37

 82

Mapendo/Buchonga

41

35

24

100

Wapendaafia/ Kiusha

45

28

21

94

02

 

 

 

TUOMBEMUNGU

Pacifique

Maendeleo/Bumbasha

32

20

35

87

Tujipemoyo/Karambayiro

30

21

27

78

Bundande

32

19

24

75

03

MWAMINI Yacinthe

Ukingo

43

30

19

92

Tujengemwili

21

18

26

65

Afianjema

46

38

21

105

Msaada

 27

40

26

93

Maishamapya

22

26

34

82

Tunda la Kazi

29

26

32

87

04

HABIMANA Joli

Wotepamoja

37

20

28

85

Tuungane

23

36

40

99

Tupendane

25

38

31

94

05

KAVIRA Florence

Groupe Maisha /Q  Kifukutu

30

18

21

69

Groupe umoja/Q Kavodo

46

42

44

132

Ujamaa/ Q Himbi

37

40

60

137

06

TUMAINI Michel

Chorale des  mamans de l’église 8ème CEPAC BUKAMA

40

43

55

138

Chorale des jeunes de la 8ème CEPAC  BUKAMA

25

 

20

37

82

Groupe des femmes des pasteurs de la 8ème CEPAC

37

40

45

122

07

YANDEREYE Marie

Groupe CADEP PILOTE 1

41

32

44

117

Groupe CADEP PILOTE 2

30

26

39

95

Groupe CADEP PILOTE 3

29

25

36

88

08

BANKUNDIYE Oswald

Equipe AMANI /Rugarama centre

30

33

29

92

Equipe Muungano/Nyampanika

27

25

40

92

Equipe Tukingemwili/Murambi

33

35

28

96

09

IRAKARAMA Olive

Salama

32

30

31

93

Mahoro

29

30

34

93

Muhanga

36

25

37

98

10

BARAKA Ghislaine

Umoja

30

36

41

107

Ushirika

30

33

41

110

Tumaini

27

30

3 9

96

 

TOTALE

 

1055

987

1126

3168

                   

Commento :

Le cifre di questa tabella mostrano che il livello di partecipazione dei membri del gruppo di solidarietà alle riunioni di sensibilizzazione è leggermente diminuito rispetto al periodo precedente. Ciò è dovuto a episodi di scontri che a volte si sono verificati tra le truppe del CNRD e quelle del governo.

Ci sono stati anche movimenti rilevanti di truppe che spaventano le persone.

L'esercito fa trasportare le merci e le munizioni al popolo. Le persone spesso si nascondono per sfuggire a questo compito.

    2.2. Riunioni tra gli Educatori per lo scambio di esperienze formative

Durante questo periodo, che è oggetto di questo rapporto, abbiamo organizzato tre incontri mensili con gli Educatori per consentire lo scambio di esperienze. Nel complesso, assistiamo a un netto miglioramento delle prestazioni degli Educatori. Le singole relazioni sulle attività sono ben scritte e nuovi casi di preoccupazioni delle persone sono ben presentati. Gli Educatori continuano a fare numerose richieste da parte di gruppi di solidarietà sanitaria e le popolazioni non ancora interessate dal nostro programma continuano a richiederlo.

 

  1. Difficoltà riscontrate

Durante il periodo coperto da questo rapporto, vi è una certa apprensione a seguito di scontri tra gruppi armati e truppe governative.

Anche il centro di Mweso è stato recentemente teatro di scontri tra il CNRD e le forze governative causando la morte di quattro persone. 

(NdR: il CNRD, Consiglio Nazionale per il Rinnovamento e la Democrazia, sono le milizie dei rifugiati Ruandesi nel Nord Kivu - Rep. Dem. del Congo - costituite il 31 maggio 2016. Secondo le loro dichiarazioni il movimento non vuole destabilizzare la Rep. Dem. del Congo, ma vuole ridare dignità ai rifugiati ruandesi e, nell’unione con i partiti di opposizione, entrare legalmente nell’agone politico del Rwanda e concorrere alla pacificazione del territorio dei Grandi Laghi)

Sulla strada di Mweso - Nyanzale, i rapimenti continuano. Sulla strada Kitshanga – Mweso continua anche il saccheggio dei viaggiatori, paralizzando spesso il traffico.

Inoltre, la popolazione è preda di una grande ansia per la ricomparsa della malattia da virus Ebola nella regione di Beni-Lubero nel nord della nostra provincia del Nord Kivu.

  1. Conclusione

Perché un bambino cresca, ci vuole tempo. Allo stesso modo, per cambiare la mentalità di una comunità o di un popolo, ci vuole del tempo.

Ecco perché non possiamo perdere la pazienza in tutto ciò che facciamo oggi. È un investimento per le generazioni future perché diciamo che se insegni al genitore del bambino, previeni il rischio che quel bambino possa soffrire.

Dobbiamo rinnovare il nostro impegno e continuare la nostra azione. Sarebbe auspicabile estendere le nostre azioni a uno spazio molto più ampio con molti attori molto più numerosi, tuttavia la disponibilità di risorse è carente.

E ora, così come diciamo noi, che ‘la sfortuna non arriva mai da sola’, la malattia del virus Ebola bussa alle nostre porte. È un'altra sofferenza che si aggiunge a quella che sopportiamo quotidianamente.

Per superare tutti questi mali, dovremo lavorare sodo, sensibilizzare e ripulire il nostro ambiente. Questa è la nostra missione e il contesto ci impone di fare tutto il possibile per realizzarlo.

Ringraziamo il team di Schola Mundi attraverso il suo Presidente per il suo impegno a sostenere la realizzazione delle nostre attività e ribadiamo la nostra gratitudine.

 

Goma, 5 Ottobre 2018

 

MUJOGO KANYAMUHANDA Viateur                       Docteur NCHUTI Clémentine

Coordinatore Esecutivo                                              Consulente

Autore: Vito Conteduca - 10/10/2018



L'educazione è un diritto fondamentale, così come il diritto a nutrirsi.

Sostienici: Schola Mundi Onlus - IBAN: IT83 R083 2703 2050 0000 0019 636

Copyright © 2017 Schola Mundi Onlus. All rights reserved.

Tutte le foto del sito sono originali e scattate dai nostri ragazzi o dai nostri amici.

scholamundi@gmail.com

Seguici anche su:

Area riservata: Accedi