IL BLOG DI SCHOLA MUNDI

Schola News – Forum des AS: “Di fronte alla situazione di stallo che minaccia la Repubblica Democratica del Congo: una transizione per uscire dalla crisi”

Le député national Steve Mbikayi, président du parti travailliste

Radio Okapi/Ph. John Bompengo

Rassegna stampa del Mercoledì 20 gennaio 2016.

I giornali di Kinshasa danno conto delle risoluzioni generate del conclave dell’opposizione repubblicana che propone un periodo di transizione per preparare le elezioni. Ritornano anche sulle consultazioni condotte da Edem Kodjo con i protagonisti della politica congolesi.

“Forum des As” si dedica alla proposta del deputato Steve Mbikayi dell’opposizione repubblicana, per evitare un’eventuale crisi nel 2016. “Di fronte alla situazione di stallo che minaccia la Repubblica Democratica del Congo: una transizione per uscire dalla crisi”, titola il quotidiano.

Temendo cicli di violenza nel caso in cui il processo elettorale sarebbe perturbato, Steve Mbikayi suggerisce la messa in atto di un periodo transitorio durante il quale un governo suppone di sorvegliare il processo elettorale che dovrebbe essere istituito sotto la guida di un facilitatore della opposizione politica e il Presidente Joseph Kabila resterà in vigore.

“Il mio timore è che la gente muoia per niente, per impegnarsi dopo in un dialogo. E’ vero che la transizione non è una buona cosa, ma è una situazione meno grave della rivolta popolare che farebbe precipitare il paese nel caos”, così si giustifica Steve Mbikayi, le cui osservazioni sono state riportate dal quotidiano.

Egli era convinto che il rinvio tanto temuto è oggi inevitabile, e deve già sostenere un palliativo. Quindi, egli offre non solo l’uso del dialogo, ma anche un periodo di transizione, che sarà percepito come una negoziazione rinviata.

“La Prospérité” si dedica a queste informazioni che ci fanno notare che Mbikayi Steve definisce i contorni della transizione. Il governo di transizione lavorerà per preparare ed organizzare il ciclo elettorale da cima a fondo, per procedere con un censimento in modo da dotare ogni congolese di una carta d’identità ovunque si trovi, in patria e all’estero, e lavorerà per la creazione di un programma minimo sociale, dice il giornale.

Il destino delle altre istituzioni, oltre alla Assemblea Nazionale e alla Presidenza della Repubblica la cui legittimità è ancora in esecuzione, sarà deciso nel dialogo. Gli organizzatori delle Istituzioni di transizione non saranno autorizzati a candidarsi alle prossime elezioni, dice il documento prodotto al Conclave dell’Opposizione Repubblicana, in cui si afferma che è difficile organizzare l’elezioni presidenziale entro il termine costituzionale.

L’Agenzia di giornalismo congolese (ACP) ha riportato l’incontro tra il preside Joseph Kabila e Edem Kodjo, inviato speciale dell’Unione Africana, svoltosi martedì 19 Gennaio a Kinshasa. Secondo i paesi ACP, Eden Kodjo chiama i congolesi tutti a dichiararsi a favore del dialogo che resta, secondo lui, l’unico modo per ottenere il consenso nazionale.

L’Avenir dedica alcune delle sue pagine allo scambio che il presidente della Ceni, Corneille Nangaa ha avuto con Edem Kodjo. per il giornale, l’inviato speciale dell’Unione africana ha voluto informare alla fonte della situazione elettorale del paese prima di ascoltare gli altri protagonisti della vita Nazionale della Repubblica nazionale del Congo.

La Prospérité inoltra la chiamata all’unità dell’opposizione, lanciata in occasione della commemorazione dell ‘anno uno degli eventi di 19, 20 e 21 gennaio 2015 di Clement Kanku, deputato e leader dell’opposizione e del movimento per il Rinnovamento (MR). Clemente Kanku, ha organizzato eventi appropriati per la settimana dal 19 al 23 gennaio 2015. “Gli eventi del 19, 20, e 21 gennaio 2015, ha detto, hanno negato tutti i luoghi comuni che si hanno sempre avuti sulla capacità del popolo congolese di prenderselo come incarico “, ha osservato il presidente della RM. “Se le persone hanno sostenuto l’opposizione, è perché tutti parlavano con una sola voce”, ha sostenuto.

Ma oggi le dichiarazioni degli avversari vanno in tutte le direzioni. Clement Kanku torna indietro sulla sua proposta di una grande manifestazione dell’opposizione con una sola corsa alle prossime elezioni presidenziali. “L’opposizione non deve cadere nella trappola di sostenere un approccio che dedicherà continuità del sistema Kabila”, ha avvertito Clemente Kanku.

“I resti di Maria Misamu già dsputata tra cristiani e mondana” intitola la prosperità! L’emozione passata, tutti vogliono ora dare voce al funerale del cantante, non solo nel senso di veramente aiutare la famiglia in lutto, constata il giornale.

Essendo stato relegato al livello dei vasi dei fiori attorno al feretro, al funerale di Alain Moloto, i musicisti detti “profani” o “mondani” provano questa volta a giocare un ruolo di primo piano. Non vogliono essere soltanti i reggenti dall’associazione di musicisti cristiani del Congo (AMCC), commenta il quotidiano…

Annuncia il quotidiano che nel segreto dello studio Ndiaye, già trovano una canzone, sotto la direzione artistica di Souzy Kaseya , dal titolo “omaggio a Marie Misamu”, informa una fonte vicina al tecnico del suono JP Kyss. Papa Wemba, Werrason, Wazekwa, JB Mpiana, Fally Ipupa, Ferre Gola, Fabregas, Koffi Olomide e Tshala Muana … si affrettano a votarla.

Schola News: Redazione del Liceo E. Montale di Roma

Traduzione di Marianna Caprio, Chiara Mastracci, Aurora Grasso, Francesca Vanoncini – Classe 3°L

Radio Okapi

 

Autore: Vito Conteduca - 14/2/2017



L'educazione è un diritto fondamentale, così come il diritto a nutrirsi.

Sostienici: Schola Mundi Onlus - IBAN: IT83 R083 2703 2050 0000 0019 636

Copyright © 2017 Schola Mundi Onlus. All rights reserved.

Tutte le foto del sito sono originali e scattate dai nostri ragazzi o dai nostri amici.

scholamundi@gmail.com

Seguici anche su:

Area riservata: Accedi